Appello agli animi del mondo

 Le parole, i pensieri, le emozioni ed ogni cosa che vorrai esprimere, lo faremo arrivare al mondo intero! In queste parole che sto per dirti racchiudo l'umanità intera. Inizio questo discorso con le parole di chi mi ha preceduto e prima di me ha sentito il suo cuore battere; con le stesse parole lo terminerò. Ricordo subito un uomo forse ai molti sconosciuto: Brusino Arsizio. Egli ci dice:"Se tücc i portassa lá in piazza la sóa crós  par catá föra la püssée legéra, i tiraría sammò la sóa", ovvero:  
"se tutti portassero in piazza la propria croce per scegliere la più leggera, si riprenderebbero ancora la loro! "
Queste parole in questa pagina che è solo uno stendardo di qualcosa di più grande, si assumono un ruolo molto importante, forse il più importante: dar voce al cuore di ogni persona. Questo è il vostro posto. Questo è un punto d'incontro.
"Vegliate, poiché non sapete né come né quando". Chi di voi riuscirebbe a donare la propria vita ora? Se in questo istante dovesse finire tutto, ogni esperienza, ogni emozione, ogni sensazione, ogni pensiero, ogni azione, chi sarebbe pronto? Ma che queste non suonino come parole di tristezza poiché altro non sono se non parole di amore e comprensione. Il vero amore, la vera vita, vanno oltre le nostre solite azioni quotidiane e meccaniche di ogni giorno; se esiste veramente un Dio, un padre creatore, una benevolenza divina, un'energia cosmica o comunque qualcosa che rappresenti questo disegno così perfetto nel quale viviamo, noi ne siamo veramente lontani. Ne siamo lontani proprio in quelle emozioni, in quelle sensazioni, in quei pensieri ed in quelle azioni che potrebbe scomparire da un momento all'altro poiché così come ci sono state date ci possono essere tolte. Lo ripeto, dunque, :"Vegliate, poiché non sapete né come né quando". Noi siamo dunque la vita e la vita è qualcosa che ci attraversa e che si manifesta attraverso di noi. Perché dico questo? Perché è veramente e pienamente comprensibile provare paura essendo immersi in questa grandezza. Molte volte la mancata gioia e la molta sofferenza degli uomini è dovuta proprio alla non accettazione di ciò. Qui metteremo tutte le paure sotto ai nostri occhi e insieme le renderemo insignificanti. Non dobbiamo far cadere il dono nel vuoto. Le opere nate dal cuore degli uomini altro non sono se non il segno di un amore mortale che prova ad essere degno  di questa vita immortale. Ma come fare a farsi coraggio? Occorre soffermarsi su ciò che si ha, ora. "A chi ha sarà dato, a chi non ha sarà tolto anche quello che crede di avere". Nessuno ha chiesto di vivere, nessuno ha chiesto niente, eppure gli è stato donato tutto. Nessun uomo mentre legge queste parole si sta preoccupando di far battere il proprio cuore ma c'è qualcosa là fuori, nel cielo stellato che la notte ci attrae, che si prende la briga di far battere miliardi di cuori contemporaneamente. Viviamo dunque le nostre giornate riferendoci a leggi create dagli uomini, ma quali sono le leggi di chi ha creato la vita? Ma noi ci sentiamo lontani dalla verità, forse molte volte non ci sentiamo degni di questa vita e abbiamo paura di vederne la vera bellezza o addirittura non crediamo in essa. Non temete: "Nulla vi è di segreto che non verrà svelato!". Vi chiedo dunque, cosa è la libertà per voi, se avete paura? E se per caso vi dicessi di immaginare e pensare a tutti gli uomini che hanno donato la propria vita per donare libertà anche a degli sconosciuti, cosa pensereste? Ecco dunque che parliamo di concetti più grandi, concetti che partono da un cuore solo per investire l'umanità intera. Chiunque può scoprire la bellezza della vita. "Non abbiate paura di chi può uccidere il vostro corpo, abbiate paura di chi può uccidere la vostra anima". Disse il Cristo quando passò sulla terra: "Non mi viene tolta la vita, la do da me, questo fa un buon pastore per le sue pecore". Di una croce ci ricordiamo ed anche per sentito dire ma tante sono le croci che si alzano all'orizzonte. Non abbiate paura! Aprite il vostro cuore al mondo, alla vita!
Perché la vita è solo una.
Perché nessuno è solo.
Perché tutti siamo uguali.
Perché tutti abbiamo paura.
Perché l'amore è grande.
Perché tutti hanno bisogno d'amore.
Perché la vita è bellezza.
Perché ogni cuore ha bisogno di aprirsi.

Edoardo Francesco Taurino